Classifica

FANTALEGA Serie Aziendale 2018

Girone A

Rank Squadre Punti Giocate Vittorie Sconfitte Pareggio Diff Punteggio goals Goals subiti
1 AXA Assicurazioni 31 14 10 3 1 62 - 35 62 35
2 Quattro Quarti & KITCH 29 14 9 3 2 86 - 48 86 48
3 Matrix Eventi 28 14 9 4 1 60 - 38 60 38
4 Mail Boxes Etc. 21 14 6 5 3 76 - 68 76 68
5 LS Edilizia 18 14 6 8 0 49 - 53 49 53
6 VIM 18 14 5 6 3 50 - 58 50 58
7 Gruppo Festa 11 14 3 9 2 44 - 75 44 75
8 EDP La Traccia 5 14 1 11 2 31 - 83 31 83

Girone B

Rank Squadre Punti Giocate Vittorie Sconfitte Pareggio Diff Punteggio goals Goals subiti
1 Central Frutta & Geoscavi 29 12 9 1 2 91 - 46 91 46
2 CallMat 27 12 9 3 0 70 - 52 70 52
3 Pizzeria Number One 19 12 6 5 1 67 - 46 67 46
4 BETAFIN SpA 19 12 6 5 1 74 - 72 74 72
5 Tecnolens Occhiali 15 12 5 7 0 31 - 48 31 48
6 Marone Giovanni 12 12 4 8 0 45 - 65 45 65
7 WOOD HOUSE Risto Pizza 3 12 1 11 0 22 - 71 22 71

 

logo aziendale wo

TORNEO AZIENDALE - STAGIONE 2017/2018

REGOLAMENTO UFFICIALE

  • ISCRIZIONE, DOCUMENTAZIONE

    Articolo 1

    La domanda di iscrizione, debitamente compilata in ogni sua parte e firmata dal responsabile o dal viceresponsabile dalla Fantasocietà, dovrà essere depositata presso la sede del Comitato entro i termini perentori indicati nel Comunicato Ufficiale (C.U.).

    Articolo 2

    La domanda dovrà essere corredata dalla seguente documentazione compilata sui modelli predisposti:

    - DATI ANAGRAFICI DELLA DIRIGENZA (RESPONSABILI E DIRIGENTI);

    - DATI ANAGRAFICI DEGLI ATLETI (ROSA UFFICIALE ATLETI) completi di foto-tessera, fotocopia documentodi riconoscimento, domanda di ammissione a socio, certificazione medica abilitante all’attività agonistica. Gli atleti sprovvisti della prescritta certificazione medica non potranno partecipare al TORNEO AZIENDALE sino al giorno del soddisfo;

    - Versamento della quota associativa e della quota d’iscrizione.

    In caso di documentazione mancante o carente o di domanda incompleta, la stessa non sarà accettata.

  • TESSERAMENTO

    Articolo 3

    Il tesseramento prevede il rilascio della tessera di affiliazione con relativa assicurazione dell'EPS competente.

    Articolo 4

    Sono ammessi alla partecipazione al Torneo solo Tesserati LIBERTAS e 3 TESSERATI FIGC, salvo per coloro che sono in possesso del nulla osta dell'ente e società appartenente, o nel caso in cui sia stato svincolato dalla stessa. Non possono prendere parte al TORNEO AZIENDALE, inoltre, tesserati che stiano scontando squalifiche comminate dalla LIBERTAS o altri Enti di Promozione Sportiva per un periodo superiore a sei (6) mesi.

    Articolo 5

    I tesserati con la qualifica di giocatore nella SQUADRA di appartenenza possono svolgere anche la funzione di responsabile o vice-responsabile o dirigente o allenatore.

    Articolo 6

    Il tesseramento dell'EPS COMPETENTE comprende l’assicurazione contro gli infortuni per eventi che si verifichino nellosvolgimento dell’attività sportiva inerente il TORNEO AZIENDALE e/o le successive fasi istituzionali (finali provinciali, regionali, ecc.).

    Articolo 7

    Le rose ufficiali delle squadre non potranno subire variazioni durante tutto il torneo. Gli atleti iscritti in rosa non potranno essere sostituiti o ceduti ad altre squadre del torneo.

    Articolo 8

    Il numero minimo di atleti iscritti in rosa è 10 (dieci) il numero massimo è di 13 (tredici) atleti

  • FORMULA E REGOLE PRINCIPALI

    Articolo 9

    Il Torneo di Lega Aziendale di calcio a 5 "Play Card Cup" è esclusivamente rivolto alle aziende.

    Articolo 10

    Ogni squadra partecipante al TORNEO AZIENDALE prenderà il nome ed eventuali colori sociali dell'azienda.

    Articolo 11

    Il Torneo è composto da due fasi:

    Fase iniziale a gironi: uno o più gironi, ciascuno dei quali potrà contenere da 7 e 8 squadre, formeranno un campionato all'italiana di andata e ritorno.

    Fase finale a eliminazione: le prime quattro squadre qualificate di ciascun girone si affronteranno alla fase ad eliminazione diretta. Quarti di Finale: 1^ girone A - 4^ Girone B; 2^ Girone B - 3^ Girone A; 1^ Girone B - 4^ Girone A; 2^ Girone - 3^ Girone B. A fine gara, In caso di parità, si svolgeranno n. 2 tempi supplementari da otto minuti ciascuno. In caso di parità oltre i tempi supplementari si procederà con n. 5 rigori per squadra.

    Articolo 11.2

    La vincente del TORNEO AZIENDALE avrà diritto 

    *il premio è valido solo per i componenti iscritti nella rosa dei giocatori e nella rosa dirigenti. Componenti extra o famigliari saranno conteggiati secondo il listino in vigore.

    Articolo 12

    Il calendario sarà pubblicato attraverso i comunicati ufficiali e portato a conoscenza delle squadre prima dell'inizio del TORNEO.

    Articolo 13

    Le gare si svolgeranno durante i giorni feriali, festivi e prefestivi esclusi.

    Articolo 14

    Le Fantasocietà hanno l’obbligo di portare a termine il TORNEO disputando tutte le gare previste dal calendario.

    Articolo 15

    Se una squadra, senza giustificato motivo, rinuncia alla disputa d'una gara, regolarmente programmata, la stessa viene considerata rinunciataria e a suo carico verranno assunti i seguenti provvedimenti:

    1. perdita della gara col punteggio previsto dal regolamento tecnico della relativa disciplina sportiva 0-3;
    2. penalizzazione di 1 punto nella classifica ufficiale
    3. Ammenda di €40,00 (euro quaranta/00);
    4. Una squadra che compie 3 rinunce, verrà esclusa dal torneo e verrà disposta un'ammenda pari a €100,00 (euro cento/00)

    Articolo 16

    Qualora una squadra, per sopravvenuti e gravi motivi, non possa disputare una gara e non sia più possibile rinviare la stessa, la sua mancata presentazione in campo può essere considerata come rinuncia preannunciata. In tal caso il Comitato organizzatore può anche esentare, se i tempi tecnici lo consentono, la squadra avversaria e gli arbitri dal recarsi al campo. Nei confronti della squadra impossibilitata a giocare sarà disposta soltanto la perdita della gara nelle forme previste dal precedente art. 15 comma a), con esclusione della sanzione accessoria di cui al comma b) e con la riduzione al 50% dell’ammenda di cui al comma c). Ai fini della quantificazione del numero delle rinunce effettuate, tale tipo di rinuncia va calcolata al 50%.

    Articolo 17

    Per l’inizio della gara saranno svolte tutte le attività propedeutiche per lo svolgimento della stessa. All’uopo si fa riferimento a quanto previsto dalle Norme per l’attività sportiva dell'ente competente.

    Articolo 18

    All'atto della consegna della distinta gara, che dovrà avvenire al momento dell'ingresso in campo, nell'ora stabilita per la gara, le squadre devono trovarsi nella propria panchina senza allontanarsene ed attendere l’arbitro o un suo delegato per il riconoscimento prima della gara. Il tempo d’attesa del riconoscimento e l'inizio della gara, per motivi organizzativi, è pari a zero minuti, la squadra che presenterà un numero inferiore a 5 elementi sarà dichiarata perdente (0 a3) a tavolino e sarà esente da sanzione e da penalizzazione. Potranno entrare sul terreno di gioco solo i tesserati inseriti nella distinta di gara che abbiano effettuato il riconoscimento. Non saranno ammessi in campo atleti e/o dirigenti squalificati e persone non inserite nella distinta ufficiale di gara.

    Articolo 19

    I giocatori assenti durante il riconoscimento potranno prendere parte alla gara in qualsiasi momento previo riconoscimento da parte dell’arbitro o del suo assistente. Nessuno dei partecipanti alla gara: dirigenti, tecnici, giocatori titolari e riserve, può abbandonare il terreno di gioco nel corso della partita senza il permesso dell'arbitro o del suo assistente. Nei confronti di coloro che abbandonano il campo senza avere chiesto ed ottenuto tale permesso verranno assunti i provvedimenti disciplinari previsti dal regolamento.

  • ABBIGLIAMENTO DA GARA

    Articolo 20

    Ogni squadra dovrà essere munita di una divisa da gara per ogni atleta, la numerazione delle maglie non potrà subire variazioni se non tramite comunicazione scritta da parte della Società presso il Comitato Organizzatore.

    Articolo 21

    Qualora i giocatori, a insindacabile giudizio dell’arbitro, indossino maglie di colori confondibili, spetterà alla squadra ospitante cambiare la propria maglia o indossare i fratini messi a disposizione dall’organizzazione. I fratini saranno consegnati al responsabile/vice responsabile o, in sua assenza al capitano della squadra che, alla fine della gara, dovrà restituirli.

    Articolo 22

    In caso di mancata restituzione dei fratini, alla Fantasocietà sarà comminata una sanzione pecuniaria di € 10,00 per ogni fratino perso e/o non restituito.

    Articolo 23

    Sono consentiti solo occhiali  adeguati all'uso sportivo.

    E’ severamente vietato indossare qualunque oggetto che possa provocare danni a se o ad altri giocatori

  • SOSPENSIONE E RINVIO GARA

    Articolo 24

    La sospensione di una gara già in corso, si fa esplicito riferimento a "Il Regolamento del Giuoco del Calcio" corredato dalle Decisioni Ufficiali LIBERTAS .

    Articolo 25

    Le gare non iniziate, non portate a termine o annullate per qualsiasi motivo come stabilito dal direttore di gara saranno recuperate, se di dovere, a discrezione della C.O. , di solito entro 15 giorni. E’ fatta riserva di modificare date ed orari delle gare nel caso di particolari esigenze tecnico/organizzative comunicando la variazione alle squadre interessate con un preavviso di almeno 3 (tre) giorni.

    Articolo 26

    Tutte le partite potranno essere rinviate previa richiesta scritta della società richiedente. La richiesta di rinvio ordinaria deve essere effettuata tramite modulo e consegnata a mano, al C.O., entro e non oltre la mezzanotte dei 3(tre) giorni antecedenti alla gara citata, a tale richiesta vanno allegate €70,00 (euro settanta/00) di spese rinvio, di cui 20€ depositate sulla cauzione della squadra lesa. Se la richiesta di rinvio ordinaria non rispetta i tempi di consegna sopracitati, la stessa richiesta diventerà Richiesta di rinvio Straordinaria e va comunque consegnata entro e non oltre le 24 ore prima dell'orario della gara citata, a tale richiesta vanno allegate € 90 (euro novanta/00) di spese rinvio, di cui €30 (euro trenta/00) depositate sulla cauzione della squadra lesa. Non sarà possibile effettuare 2 richieste di rinvio consecutive.

  • REGOLAMENTO TECNICO

    Articolo 27

    Nel TORNEO AZIENDALE si applicano le seguenti variazioni rispetto alle disposizioni regolamentari

    del Regolamento Ufficiale di Calcio A 5 FIGC :

    1. La durata della gara è divisa in due tempi da 25 minuti non effettivi in cui sono previsti massimo 2 TIMEOUT per tempo; 
    2. Il numero massimo di atleti FIGC convocabile è di 3 (tre) di cui 2 (due) in campo durante la gara.
    3. Le sostituzioni dovranno avvenire a gioco fermo e previa autorizzazione del direttore di gara.

  • SANZIONI

    Il Giudice Sportivo, al fine di garantire la buona riuscita della manifestazione, si riserva di adottare particolari provvedimenti disciplinari (compreso l’esclusione dal TORNEO AZIENDALE), nei confronti dei singoli e delle squadre, qualora si rendessero protagonisti di episodi di grave violenza e antisportività e che comunque vadano ad inficiare la regolarità, lo spirito, nonché l’immagine del TORNEO AZIENDALE.

    Articolo 28

    La Giustizia Sportiva del TORNEO AZIENDALE sarà affidata ai Giudici Sportivi della Federazione Italiana Giuoco Calcio

    Articolo 29

    I giocatori sanzionati con cartellino giallo per quattro volte, saranno squalificati per una giornata. Dopo la prima squalifica, il numero di ammonizioni necessario per far scattare una nuova squalifica per somma di ammonizioni sarà prima di tre cartellini gialli, quindi di due e poi di uno. L’uso e il significato del cartellino azzurro sono disciplinati nelle Norme per l’Attività Sportiva; i giocatori puniti con il cartellino azzurro (ESPULSIONE TEMPORANEA) dovranno abbandonare il rettangolo di gioco e quindi recarsi sulla panchina di appartenenza per un periodo di cinque (5) minuti. Il giocatore espulso con cartellino azzurro potrà rientrare al termine dei cinque (5) minuti. Il cartellino azzurro, ai fini della Giustizia Sportiva, sarà equivalente a due cartellini gialli. Ai fini della giustizia sportiva, i provvedimenti emessi sia sul campo (ammonizioni, espulsioni temporanee e definitive), sia in sede di comunicato della giustizia sportiva, hanno effetto indifferentemente nel Torneo e nella Fantalega. La squalifica per somma di ammonizioni deve sempre avvenire tramite la declaratoria dell’organo giudicante competente tramite apposito comunicato.

  • RECLAMI

    Articolo 30

    I provvedimenti disciplinari saranno pubblicati previo Comunicato Ufficiale settimanale sul sito www.fantalegamt.com. Il Comunicato Ufficiale in forma cartacea sarà apposto in bacheca presso la segreteria del Comitato Organizzatore.

    Si fa obbligo alle società di prendere visione all’albo dalle Bacheche ufficiali del C.O. o sul sito www.fantalegamt.com, dei provvedimenti presi nei confronti dei propri tesserati e/o consultare gli strumenti regolamentari di notifica dei provvedimenti.

    Articolo 31

    E’ possibile presentare RECLAMO. Il reclamo è un’istanza di revisione, da presentare al Giudice Unico in primo grado, per i seguenti motivi:

    - Fatti avvenuti durante la gara;

    - Posizione irregolare dei giocatori/dirigenti.

    E’ possibile anche presentare RICORSO. Il ricorso è un’istanza di revisione, presentata all’organo giudicante di secondo grado (Commissione Provinciale Giudicante), avverso i provvedimenti del G.S., al fine di ottenere la riforma delle decisioni di quest’ultimo. Il ricorso può essere presentato sia in merito a fatti di gara che in relazione alle sanzioni inflitte alle società e ai dirigenti/atleti.

    Non sono comunque ammessi reclami per:

    1. a) Presunto errore tecnico arbitrale su fatti che investono decisioni di natura tecnica adottate in campo dagli arbitri e che siano sottoposti alla esclusiva discrezionalità degli stessi;
    1. b) Ammonizioni, Ammonizione con diffida;
    2. c) Squalifiche fino a due giornate di gara e squalifiche a tempo fino a 15 giorni;
    3. d) Ammende fino a €. 25,00 compresi.

    In caso di presunta posizione irregolare di tesserati, sono legittimati a proporre reclamo anche terzi portatori di interessi diretti. I reclami vanno presentati, con la modalità previste dalle norme F.I.G.C . sulla Giustizia Sportiva perentoriamente entro e non oltre il terzo giorno successivo a quello della gara. Se il giorno di scadenza è festivo, la scadenza è prorogata di diritto al primo giorno seguente non festivo. La tassa reclamo per la presentazione di reclami/ricorsi è di €.30,00 (Euro Trenta/00). La tassa sarà totalmente introitata in caso di reclamo/ricorso respinto. Restituita al 50% in caso di reclamo/ricorso parzialmente accolto o totalmente accolto. Il Comitato Provinciale fornirà dei fac-simili alle società per facilitare la comprensione delle modalità di presentazione di reclami/ricorsi. Articolo 29/bis Tutte le ammende applicate per infrazioni disciplinari sono di competenza e a favore del Comitato Organizzatore. L'EPS operante si dichiara totalmente esclusa da ogni ammenda citata in questo regolamento.

  • ACCETTAZIONE E FIRMA

    Articolo 32

    Per quanto non contemplato nel presente Regolamento, si fa riferimento allo Statuto, alle “Norme per l’attività sportiva LIBERTAS ”, alle disposizioni regolamentari per le discipline sportive LIBERTAS , al “Regolamento di Giustizia Sportiva della LIBERTAS ”. L’iscrizione al TORNEO AZIENDALE comporta l’integrale accettazione del presente Regolamento da parte di ogni componente la squadra in tutti i suoi articoli e, dal momento del tesseramento, tutte le norme previste dai Regolamenti del Centro Sportivo Italiano, compreso quelle sulla tutela sanitaria e sulla privacy, compresa la possibilità di pubblicazione dei propri dati su siti internet, stampati e strumenti simili, sempre ed esclusivamente per finalità inerenti l’attività istituzionale dell'EPS Competente.


 mail boxes VETRINA BIANCO
 
 play card 18
 
 logo sportvillage